Antonello Giurgola

Nasce a Lecce nel 1949. Frequenta lo studio di Lucrezio, pittore della corrente di Ciardo e Palumbo. Conduce normali studi di perito tecnico ma non abbandona la sua inclinazione per la letteratura e la pittura.
Nel 1983 lascia la Fiat e si trasferisce a Budapest dove esporrà in varie gallerie d’arte tra cui la Ditz e la Kosztolany.
Consegue il premio di pittura “Città di Lecce” commentando su tela F. G. Lorca.
Risalgono ai primi anni ’90 le sue collaborazioni col giornale “Il Quotidiano“ dove pubblica, sul paginone culturale, corrispondenze da Budapest e Mosca, negli anni della caduta dei muri. I suoi articoli verranno ripresi dalla stampa nazionale.
Nel 2010 esordisce nel campo della narrativa con “L’Angelo di Lisbona” (I libri di Icaro) e nel 2011 pubblica il giallo “Budapest” (I libri di Icaro).

Ha partecipato con

Categorie più visualizzate