L’eresia del Cannonau

Autore: Gesuino Némus
Casa editrice: Elliot edizioni
Edizione del premio: Edizione 2020
Premi ottenuti: Vincitore

Nei giorni in cui l’ultima coda dell’estate lascia la Sardegna orientale, a Telévras una bambina di dieci anni sparisce nel nulla. Non parla, teme il latrato dei cani e le urla degli uomini, ed è nera, come i suoi genitori, venditori ambulanti di passaggio in terra sarda. Tutta la comunità si stringe solidale alla famiglia nelle ricerche: dal maresciallo Ettore Tigàssu al mitico centenario Aedo Pistis, fino agli sgangherati avventori della mescita del paese, devoti al vino Cannonau. Un microcosmo a cui il lettore avrà accesso a poco a poco insieme al personaggio dello “straniero”, al suo primo incontro (e scontro) culturale con la gente del posto: Ferruccio, milanese, che ha finito di scontare ventisei anni di prigione e deve riprendere confidenza con il mondo. Nel nuovo romanzo di Gesuino Némus ambientato nella immaginaria – e ormai leggendaria – Telévras, nel cuore dell’Ogliastra, il mistero si dipana percorrendo vie mai battute, itinerari irrazionali, in un baccanale di cibo, vino, gioia di vivere e tradizioni sacrileghe.

 

Motivazione premio 

Per aver ricreato, nel cuore dell’Ogliastra, un microcosmo fantastico e affascinante, abitato da personaggi leggendari e indimenticabili che gravitano attorno ad un bar chiamato programmaticamente Cannonau&Basta.
Una piccola e accogliente comunità, impegnata nella ricerca di una bimba scomparsa, che trova una naturale unità di intenti, cementata dal vino simbolo di questa terra antica e straordinaria.

La Giuria

Condividi sui social

Altri libri che potrebbero interessarti

Categorie più visualizzate